<< Home Gianpiero Bruno:musicista, chitarrista, didatta

VISITA-LA-FAN-PAGE!   Iscriviti al mio canale 

Come leggere una tablatura per chitarra

 

Ti sarà capitato (e se non è accaduto ancora, succederà a breve), di imbattervi in strane linee con sopra scritti dei numeri: ecco, quelle sono le tablature, meglio note con l’abbreviazione TAB.

Attenzione, però: le tablature non devono sostituirsi alla lettura della musica!

Crediamo che imparare a leggere e scrivere la musica, infatti, rimanga fondamentale per qualunque musicista che voglia ritenersi “completo”: le TAB vogliono solamente essere una “semplificazione chitarristica”, che può aiutare il musicista leggermente meno esperto ad imparare un riff o un assolo di chitarra in un tempo non troppo dilatato.

La tablatura consiste di sei linee orizzontali che rappresentano le corde della chitarra. La  linea più alta del foglio rappresenta la corda più acuta della chitarra, quindi il MI cantino, tuttavia quando suoni lo strumento essa è la corda che si trova più in basso, verso il pavimento.

Allo stesso modo, sulla tablatura, la linea più bassa rappresenta la corda più grave della chitarra, quindi il MI basso, ma, anche qui, suonando si inverte tutto poiché la corda più grossa della chitarra è quella che si trova più vicino alla tua testa, quindi la più alta. Questa contraddizione genera un po' di confusione all'inizio, ma con un po' di pratica ti abituerai presto.

I numeri scritti sulla tablatura rappresentano i tasti della chitarra. Quindi un "3" posto sulla linea più alta della tablatura, indica che dovrai suonare una nota sul terzo tasto del MI cantino.

Nelle tablature, tuttavia, mancano informazioni importanti come quali dita della mano sinistra usare per suonare ogni nota, la cosiddetta diteggiatura (in fondo, ogni nota si può suonare con qualunque dito della mano sinistra). Questo si comprende nella pratica verificando il contesto delle note precedenti e successive in modo da rendere fluidi i vari passaggi.

Nelle tablature non è indicata la notazione ritmica, ovvero la durata delle note; infatti spesso si affianca  alla tablatura la tradizionale notazione su pentagramma – quindi la durata delle note, la segnatura in chiave, ecc. 

In sintesi nella tablatura le linee rappresentano le corde, mentre i numeri indicano i tasti sui quali mettere le dita della mano sinistra per suonare le singole note. Se più numeri si presentano uno sopra l'altro, in verticale, indicano note che devono essere suonate contemporaneamente dando origine ad un accordo.

 

Vuoi essere aggiornato quando inserisco un nuovo brano o video? 

Condividi con i tuoi amici !

 


 


 

<<torna all'indice degli articoli
 

 

© - Gianpiero Bruno   - Chi sono | Curriculum